L’Inizio è importante. Tutto ciò che accade all’inizio ha una qualità esistenziale Dominique Dègranges


Prenatale e Nascita


Il lavoro sul prenatale e la nascita conduce gli uomini più vicini a se stessi, li porta più in contatto con il loro potenziale e con la loro verità.

Fin a poco tempo fa si pensava che la vita iniziasse con la nascita. C'era la credenza che il neonato non sentisse nulla. Riconoscendo l'assurdità di tale posizione si è cominciata ad espandere la scoperta che "la vita nel corpo materno formi in modo essenziale la nostra esistenza."

Il campo prenatale è un ambito ancora poco studiato. Durante processi di nascita le persone sperimentano in forme archetipiche degli elementi che indicano che già prima di essere procreati noi percorriamo una via: la via dell'esistenza.

Soltanto per essere non abbiamo bisogno di un corpo." Dominique Degranges

Attraverso l'espansione delle sensazioni e degli impulsi ch emergono durante l'esplorazione di un'esperienza o vissuto personale e grazie al contenimento amorevole e presente del gruppo di lavoro che fa da "utero spirituale", è possibile sentire e consapevolizzare blocchi trattenuti nell'inconscio e liberare il campo energetico.

Non si tratta di una regressione ma di un viaggio lento e delicato verso il nucleo più profondo di noi stessi.

Attraverso questo metodo dolce e delicato è possibile entrare in contatto con esperienze risalenti anche al momento prima del concepimento.


Studiosi quali: D. Winnicott, F. Mott, J. Bowlby e F. Lake già nella prima metà dello scorso secolo, avevano riconosciuto come il periodo precedente la nascita e quello immediatamente successivo fossero importanti per uno sviluppo equilibrato dell'individuo.

Ed è soprattutto grazie alle intuizioni e alle rivelazioni di Emerson, Sills e Castellino e alll'esperienza di P. Levine e St. Porges, che si è sviluppato un lavoro più strutturato sul prenatale, la permanenza nell'utero e la nascita.

Dominique Degranges ha sviluppato e ampliato questo lavoro dando un notevole contributo nel rilasciamento di ciò che viene chiamato "trauma prenatale": la dinamica della gemello perduto, la separazione dalla Tribù Spirituale e dalla Sorgente, la caduta nella dimensione più materiale (concepimento), queste alcune tematiche sviluppate nel lavoro Prenatale.

Spiritualità e lavoro emozionale sono perfettamente integrate in questo meraviglioso lavoro per l'espansione di se stessi.

Tratta dalle ricerche di Dominique Degranges:

La canzone dello Spirito "C'è una tribù in Africa Orientale in cui l'arte dell'unione profonda (intimità) è nutrita anche prima della nascita. In questa tribù la data di nascita di un figlio non è il giorno effettivo della sua nascita né il giorno del concepimento, come in altri villaggi.

Per questa tribù la data di nascita è la prima volta che il figlio è un pensiero nella mente della mamma. Consapevole della sua intenzione di concepire un bambino con un particolare padre, la mamma va a sedere da sola sotto un albero. Lì si siede e ascolta fino a quando può sentire la canzone del bambino che spera di concepire. Una volta che l'ha sentita, torna al villaggio e la insegna al padre in modo che possano cantarla insieme mentre fanno l'amore invitando il bambino a unirsi a loro. Dopo che il bambino è stato concepito, la mamma canta la canzone per il bambino che è nel suo grembo. E poi la insegna alle donne anziane e alle ostetriche del villaggio perché, durante il travaglio e al momento miracoloso della nascita, il bambino sia accolto con la sua canzone. Dopo la nascita tutti gli abitanti del villaggio imparano la canzone del loro nuovo membro e la cantano al bambino quando lui cade o si fa male. La canzone è cantata nelle occasioni di trionfo, nei rituali e nelle iniziazioni. Diventa parte della cerimonia del matrimonio quando il bambino è cresciuto e, alla fine della vita, i suoi cari si riuniranno attorno al letto di morte e canteranno questa canzone per l'ultima volta." J.Kornfield

Da: A path with heart: A guide through the perils and promises of spiritual life, Bantam,1996